I bagels, non chiamateli panini!

apr 22, 2014 by

Visto che ancora non ho avuto il piacere di andare a NY, quando sono stata a Londra, nel mio elenco delle cose da assaggiare, c’erano anche i bagels.
Appena ho dato il primo morso, è stato amore a prima vista!
Soffici, gustosi, leggeri…abbinati alla crema di formaggio e salmone, una vera delizia del palato!
Alcuni dicono che i bagels siano stati inventati da un polacco e poi esportati  negli Stati Uniti, altri raccontano che un panettiere di Cracovia nel 1863, per rendere omaggio al re Jean Sobiesky III per aver impedito ai Turchi di invadere Vienna avrebbe creato questo pane a forma di staffa (bugel in tedesco) in onore del cavaliere vittorioso.

Tornata a Roma ho subito trovato la ricetta e li ho fatti diverse volte e ieri, in occasione del pic nic di Pasquetta, li ho rifatti, stavolta ripieni di salame, prosciutto e pancetta ma sempre abbinati all crema di formaggio!

Questa è la mia ricetta, un po’ semplificata:

BAGELS
Ingredienti:
250 gr. di farina manitoba
250 gr. di farina 00
un pizzico di sale
lievito di birra (oppure lievito secco da far rinvenire in acqua tiepida e un cucchiaino di zucchero)
25 gr. di burro
225 ml. di latte tiepido
50 ml. di acqua
1 uovo
a piacere, semi di papavero, di finocchio, di sesamo per la copertura.

N.B. ci vorrebbe del malto, ma io non ce l’avevo e non l’ho messo

Procedimento:
Mescolate le due farine e fate un buco al centro, dove metterete gli ingredienti.
Impastate bene e lasciate lievitare per circa 2 ore.
Fate delle ciambelline con il buco e mettetele su una teglia rivestita con carta forno, lasciando lievitare per altri 30 minuti.
preparaz bagels
Tagliate la carta forno sotto le ciambelline, mettete a bollire dell’acqua e calate dentro i bagels per 10 secondi con la carta forno.
Fateli asciugare per 1 min. circa, mettete i semi ( se volete) e mettete in forno caldo per circa 25 min. a 220 °, mettendo sul fondo del forno una ciotola con dell’acqua fredda.
Fate raffreddare e farcite a piacere!

bagels

Ti può interessare anche

Tags

Condividi

3 Commenti

  1. Spè, non ho capito la fase dell’ammollo in acqua: i panini devono essere immersi tutti avvolti dalla carta forno, oppure no? spiegami bene, che sono un po’ rinco…

    • Rachele

      Allora…ogni panino deve stare su un quadrato di carta forno.
      Io poi faccio così: prendo una spatola, lo poggio sopra e lo immergo completamente in acqua per dieci secondi. Per no farlo scappare puoi tenerlo fermo con un cucchiaio.
      Tiro su..faccio scolare e lo poggi sulla teglia. Poi inforni

  2. Buoni questa sera li faccio anch’io!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>