Si parte…e i documenti?

giu 14, 2013 by

documenti bambiniCheck! Fatto!
Questa è una delle mie espressioni preferite quando si tratta di organizzare qualcosa…
Oramai lo avrete capito che sono una tipa precisa e una delle cose che amo di più sono le liste.
Ce l’avete presente il libro di Allison Pearson  “Ma come fa a fare tutto?” La protagonista, invece di dormire, preparava delle liste immaginarie con una serie di cose da fare che puntualmente non riusciva a portare a termine!

Io invece, pur di fare i salti mortali, cerco sempre di sbrigare tutto ciò e in particolare quando arriva il momento della partenza delle vacanze.
Vestiti, medicine, giochi, telecamera…tutto è annotato diligentemente nel mio taccuino e una delle cose che non bisogna mai dimenticare sono i documenti  per il viaggio!
Tra l’altro dal 26.06.2012 tutti i minori possono viaggiare in Europa e all’estero soltanto con un documento di viaggio individuale. Da quella data in poi non sono più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori, mentre i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

E allora vediamo, per chi non ha ancora provveduto, quali sono le cose da fare per avere tutti i documenti in regola!

Il minore può viaggiare:

  • con la carta d’identità
  • fino a 15 anni, con un certificato contestuale di nascita e cittadinanza, il lasciapassare
  • con un passaporto individuale

(Per recarsi negli U.S.A. ed usufruire del programma Visa – Waiver Program, il minore deve avere solo ed
esclusivamente un passaporto personale)

CARTA D’IDENTITA’

La carta d’identità rilasciata è valida per 3 anni per i bambini fino ai tre anni, dai 3 ai 18  è valida per 5 anni, 10 anni per i maggiorenni.
Il Decreto-legge del 25 giugno 2008, n.112 (convertito in legge 133/2008) ha esteso la validità decennale anche alle carte d’identità in corso di validità alla data del 26 giugno 2008 che possono essere prorogate per ulteriori 5 anni.
Viene segnalato, però, che alcuni Paesi non riconoscono le carte di identità valide per l’espatrio prorogate (cartacee rinnovate con il timbro o  carte elettroniche rinnovate con un certificato) e così il Ministero dell’Interno ha emanato la  Circolare n. 23 del 28.7.2010,  con la quale ha comunicato che i possessori di carte di identità rinnovate o da rinnovare possono richiederne la sostituzione con nuove carte d’identità, la cui validità decennale decorrerà dalla data di rilascio del nuovo documento.

Viene rilasciata presso uno sportello comunale, o di circoscrizione, del comune presso il quale il minore è residente.
Occorrono:
- entrambi i genitori con documento di identità e, naturalmente, il bambino
- 3 foto tessera del bambino a colori e su sfondo bianco a capo scoperto e ad occhi aperti ( sotto i sei mesi invece sono    ammesse anche quelle a occhi chiusi)
- un modulo del costo di circa 5 euro per il rilascio

Il rilascio è in genere immediato. Se uno dei genitori non può andare deve compilare un modulo di assenso all’espatrio.
Se il minore viaggia senza mamma e papà sarà necessario unamodello_unificato_di_accompagno14”  che dovrà essere vidimata dalla questura.

LASCIAPASSARE
Nei paesi in cui è ammesso l’espatrio con carta di identità, si può uare il “certificato contestuale di nascita e cittadinanza”, detto anche lasciapassare. E’ un documento con foto, su carta verde o bianca rilasciato dalla questura.

Occorrono:
- assenso di entrambi i genitori o il nulla osta del giudice tutelare. Se uno dei due genitori è impossibilitato a presentarsi per la dichiarazione, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del coniuge firmato in originale e l’atto di assenso per il rilascio/rinnovo del lasciapassare del figlio minore;
- il certificato di nascita o l’estratto del certificato di nascita con le generalità dei genitori e la cittadinanza italiana del minore;
- 2 foto formato tessera identiche e recenti;

PASSAPORTO
Il passaporto ordinario è valido per tutti i Paesi i cui governi sono riconosciuti da quello italiano e può essere ottenuto da tutti i cittadini della Repubblica. Il passaporto viene rilasciato dalle questure e, all’estero, dalle rappresentanze diplomatiche e consolari.
Attualmente, in Italia, viene rilasciato il passaporto con microchip elettronico inserito nella copertina. Il microchip contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.
Per i minori olo dal compimento dei 12 anni di età vengono acquisite le impronte e la firma digitalizzata.
E’ possibile richiedere online il passaporto e per prenotare ora data e luogo per presentare la domanda eliminando le lunghe attese sul sito di Agenda passaporto .

Il passaporto dura dieci anni. Alla scadenza si deve richiedere l’emissione di un nuovo passaporto.
La domanda può essere presentata presso:
la Questura
l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
la stazione dei Carabinieri

Occorrono:
- un documento di riconoscimento valido
- 2 foto formato tessera identiche e recenti
- 1 contrassegno telematico di € 40,29 per passaporto
- la ricevuta di pagamento di € 42.50 per il passaporto ordinario mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro.
La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

Per il rilascio di nuovo passaporto deve essere consegnato il vecchio passaporto e la stampa della ricevuta che viene inviata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda passaporto.
Gli importi da versare per il rilascio del passaporto per un minore sono gli stessi dei maggiorenni.

Solo che per i minori è necessario l’assenso di entrambi i genitori.
Se l’altro genitore è impossibilitato a presentarsi il richiedente del passaporto potrà allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmata in originale con una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio firmata in originale (ai sensi del DPR 445 del 2000 legge Bassanini).

Esiste anche il passaporto temporaneo con validità ridotta (pari o inferiore a 12 mesi) ed è costituito da un libretto con 16 pagine e non dotato di microchip.
Viene rilasciato nei casi documentati di impossibilità temporanea alla rilevazione delle impronte digitali come ad esempio le fratture ossee o le ferite ad ambo gli arti superiori. O quando ci sia la necessità e l’urgenza di ottenere il passaporto

Occorrono:
-un documento di riconoscimento valido
- 2 foto formato tessera identiche e recenti
- 1 contrassegno telematico di € 40,29 per passaporto.
- la ricevuta di pagamento di € 5.20 per il passaporto temporaneo mediante bollettino di conto corrente n. 3810521 intestato a: Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento del tesoro.
La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico.

Se il passaporto deve essere valido solo per i paesi UE il contrassegno telematico non deve essere pagato all’atto del rilascio né per i successivi anni di validità. Se dopo il rilascio lo si vuole utilizzare anche fuori dalla UE occorrerà recarsi presso l’Ufficio emittente con il contrassegno telematico di €40.29 e farsi annullare il timbro di limitazione territoriale.

Il passaporto temporaneo può essere utilizzato per gli USA solo se corredato del relativo visto d’ingresso.

Un discorso a parte meritano gli U.S.A.
Dal 12 gennaio 2009 ci si può recare negli Stati Uniti con il Visa Waiver Program, che consente di viaggiare senza il visto. Ma non tutti i passaporti sono validi.
Vediamo quali sono quelli consentiti:
- passaporto con microchip elettronico inserito nella copertina, rilasciato in Italia dal 26 ottobre 2006;
- passaporto a lettura ottica rilasciato prima del 26 ottobre 2005 e se, qualora rinnovato dopo i 5 anni, il rinnovo è avvenuto prima di tale data;
- passaporto con foto digitale rilasciato fra il 26 ottobre 2005 e il 26 ottobre 2006.

Naturalmente è necessario:

viaggiare solo per affari e/o per turismo
rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni
possedere un biglietto di ritorno.

I minori potranno beneficiare del Visa Waiver Program solo se in possesso di passaporto individuale.

Qualche altro consiglio utile…

Per chi deve partire, soprattuto in paesi particolamente a rischio,vi consiglio il sito del Ministero Affari Esteri ViaggiareSicuri  dove troverete tutte le informazioni di cui avete bisogno per il viaggio.

Se il passaporto è stato smarrito, rubato o se le pagine sono esaurite, è possibile richiederne uno nuovo che avrà una validità di dieci anni. Alla domanda è necessario allegare, oltre alla denuncia di smarrimento o furto del precedente passaporto la stessa documentazione richiesta per il rilascio, inclusi il bollettinoe il contrassegno telematico.
La domanda può essere presentata presso la Questura, il Commissariato di Pubblica Sicurezza o presso i Carabinieri.

Se nel documento personale del minore non ci sono i nomi dei genitori, consiglio di portare anche un certificato di nascita o uno stato di famiglia, in modo che si possa avere la certezza sulla paternità o maternità

Uno si augura che non succeda mai niente, ma può accadere di essere all’estero ed ammalarsi o avere bisogno di un medico. Cosa bisogna fare preventivamente?
Prima di recarsi in un altro paese dell’UE per un breve soggiorno devi procurarti la tessera europea di assicurazione malattia (facendone richiesta al tuo ente assicurativo) per ottenere qualsiasi cura medica.
In Italia è il retro della Tessera Sanitaria nazionale (TS) o della Carta Regionale dei Servizi per le regioni Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Sicilia,
È una tessera gratuita che permette di usufruire dell’assistenza medica in uno dei 27 paesi dell’UE e in Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera.
La tessera dimostra il diritto all’assistenza sanitaria e ti garantisce lo stesso diritto all’assistenza sanitaria obbligatoria degli abitanti del paese ospitante e la possibilità di rivolgerti a un medico locale.

Naturalmente i sistemi di assistenza sanitaria sono diversi da paese a paese: in alcuni può essere necessario pagare il medico direttamente per le sue prestazioni, mentre in altri non avviene alcun pagamento.
Assicuratevi sempre che si tratta di medici convenzionati!
Per ogni emergenza che richieda l’intervento di un’ambulanza in qualsiasi paese dell’UE, chiama il 112.
La chiamata è gratuita.

In caso di ricovero in ospedale se hai la tessera europea di assicurazione malattia potrai ottenere l’accesso all’assistenza sanitaria pubblica e il rimborso dei costi sostenuti.
La TEAM ha validità sei anni (Decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze del 25 febbraio 2010, che aggiorna il Decreto dell’11 marzo 2004), eccetto diversa indicazione da parte della Regione/ASL di appartenenza. In prossimità della scadenza, l’Agenzia delle entrate provvede automaticamente ad inviare la nuova tessera.
Si può richiedere alla propria ASL di appartenenza un certificato sostitutivo della TEAM solo in caso di furto o smarrimento, se la tessera è stata già ricevuta, presentando copia della relativa denuncia o in caso di partenza in tempi troppo brevi per poter ottenere la tessera, se non è stata ancora ricevuta.

Per gli altri Paesi conviene stipulare una polizza sanitaria prima di partire.

Che dirvi di più? Spuntate la vostra lista e… BUON VIAGGIO!!! Check…

0 Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. Novità sui passaporti - Le Nuove Mamme | Le Nuove Mamme - […] l’arrivo delle vacanze, per molti si presenta il problema del rilascio di documenti vari tra cui il passaporto. Da …

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>