Londra…sempre Londra

mag 3, 2015 by

Oggi per l’inghilterra è un gran giorno: è stato celebrato il matrimonio tra Kate Middleton e il Principe William.
E allora, per chi ha deciso di volare nella capitale britannica per assistere ai festeggiamenti o per chi sta invece aspettando che finisca l’evento dell’anno per andare a visitare Londra , c’è un regalo speciale da parte mia: i miei indirizzi segreti, ma forse non troppo, della città più cosmopolita e internazionale d’Europa.

Incominciamo dall’alloggio.
A Londra gli alberghi non sono particolarmente economici e anche gli ostelli sono tra i più cari al mondo.
E allora, a meno che La Regina non vi abbia inserito tra gli invitati speciali da ospitare a corte, bisogna cercare bene in rete le tariffe più convenienti.
In genere nel finesettimana o se prenotate online, i prezzi scendono abbastanza.

Tenendo conto del fatto che io mi rivolgo a famiglie con bambini, vi consiglio di evitare alberghi troppo lontani dal centro, soprattutto se rimanete pochi giorni, perchè gli spostamenti, nonostante le numerose linee metropolitane, non sono il massimo con un passeggino.

Ecco qualche indirizzo interessante:

- Cartref House
129 Ebury St. metro Victoria
Troverete 10 camere con bagno e altre con bagno in comune.
E poi la camera per famiglie con letto a castello.
Pulito e luminoso.

- Morgan House
12o Ebury St. metro Victoria
Camere quasi tutte con bagno e la camera per famiglie con letto a castello.
Patio e frigorifereo a disposizione.

- Wigmore court hotel
Camere confortevoli e una particolarità, molto utile se si viaggia con i bambini: una lavanderia e una cucina che gli ospiti possono usare.

- St. David’s hotel
Un B&B molto economico a due passi da Notting Hill.
Stanze spaziose per famiglie numerose e un’abbondante colazione all’inglese.

Per chi ama mangiare fuori, provare cucine internazionali e non va alla ricerca solo di pizza e spaghetti, Londra è la città giusta per sperimentare sapori nuovi.

Iniziamo dalla colazione.
Quella all’inglese potete trovarla in diversi locali sparsi per la città, ed è un’esperienza da fare, salvo poi camminare per almeno 3 ore per smaltirla.

Altrimenti potete gustare gli splendidi e colorati dolci inglesi e americani.
A Lodra sono tante le pasticcerie dove trovarli,ma se, come me, amate i cupcakes, dovete assolutamente andare da Hummingbirdbakery

Ci sono tre sedi:
47 Old Brompton Road  South Kensington,
133 Portobello Road  Notting Hill,
155a Wardour Street  Soho,
Qui potrete trovare muffins, cupcakes, carrot cakes,cheesecakes e tanto altro.

Oppure fate un salto da Poilane al 46 di Elisabeth St. Metro Sloasne Square, la leggendaria panetteria francese dove trovare deliziosi croissant e ottimo pane francese.

A pranzo, se per esempio andate a visitare la National Gallery o la Tate Modern potete pranzare nei loro caffè ristoranti che offrono anche un ottimo menu per bambini.

Se non l’avete mai assaggiato andate al Costas fish restaurant (Hillgate St.) nella zona di Notting Hill, per gustare uno dei migliori fish and chips di Londra.

Oppure pranzate con un bagel da gustare nel quartiere di Brick Lane, nel cuore colorato e speziato del West end, al Brick Lane Beigel Bake al 159 di Brick Lane metro Whitechapel.
Un locale economico, aperto 24 h che serve degli ottimi bagel farciti.

Alle 17.00 è d’obbligo il tè e i locali migliori (purtroppo..per il costo e l’etichetta da seguire) sono i grandi alberghi e i grandi magazzini alla moda.
Calcolate circa dalle £20 alle £40  e non andateci in jeans o in pantaloncini.
Se volete un ambiente più informale andate da Treacle (110 Columbia Road) una deliziosa sala da tè nel mercato dei fiori.

La sera avete l’imbarazzo della scelta: munitevi di una buona guida di Londra e cercate tra i centinaia di istoranti etnici presenti nella capitale.
Io ve ne consiglio solo due, tra i miei preferiti:
Mr. Kong a Chinatown, uno dei migliori ristoranti che serve cucina cantonese (21 Lisle St. metro Leicester Square) e Chowki al 2 di Denman St. Metro Piccadilly Circus un conveniente e delizioso ristorante che serve ottimi piatti indiani in un’atmosfera molto casalinga.

Ed infine lo shopping: purtroppo a Londra bisogna avere una carta di credito ben fornita perchè le tentazioni sono tante e allora  lascio decidere ad ognuna di voi,  in base ai propri gusti.

Per chi come me ama cucinare consiglio il reparto casalinghi di Harrod’s per la grande scelta negli accessori di cucina e la libreria Books for Cooks (4 Blenheim Crescent) ,a Notting Hill, la migliore libreria culinaria della città dove troverete una vasta scelta di libri di cucina e anche un piccolo caffè ristorante.


Attraversate la strada e troverete The Spice Shop, (1 Blenheim Crescent), un piccolissimo negozietto che è il paradiso per chi ama le spezie.
Qui, tra profumi inebrianti e proprietari gentilissimi, potrete trovare il curry più adatto per cucinare un ottimo piatto indiano e tanto altro!

Per tutte quelle che sono cresciute vedendo Sex and the city e che amano in maniera quasi maniacale le scarpe, fate un salto (solo un salto mi sa!) da Manolo Blanhnik al 49 di Old Church St. metro Sloane Square, per sentirvi..per un giorno..come Carrie!

E poi…ci sarebbero altri mille indirizzi: negozi vintage, di modernariato,Hamley’s il più grande negozio di giocattoli a Regent Street, Fortnum and Mason famoso per i costosissimi cestini da pic nic..troppi per elencarli tutti.

Che dire: buon viaggio ai fortunati che partiranno presto !!!

Ti può interessare anche

Condividi

2 Commenti

  1. Ma sei stata a Londra ultimamente?
    Anche tu eri tra le fortunate invitate al matrimonio del secolo?
    A parte gli scherzi, Londra merita. Matrimonio o non matrimonio.
    Io non l’ho mai amata particolarmente, ma vivendoci la scopro piano piano e mi sto quasi convincendo che e’ meravigliosa…..

    • admin

      Allora..ho ricevuto l’invito personalmente da Kate, ma quel giorno ero impegnata..avevo una merenda con altre mamme!!!
      A Londra ci sono stata l’anno scorso e me ne sono innamorata!
      Pur vivendo a Roma mi rendo conto di quanto sia provinciale rispetto alle altra capitali come Parigi e Londra!!!
      Spero di ritornarci con i miei bimbi, anche se il mio sogno sarebbe un viaggio alla scoperta della campagna inglese..magari sulle orme di Jane Austen!!
      Ma tu hai un indirizzo speciale da condividere, magari sconosciuto ai turisti?? Io ancora sogno i cupcakes della Humminbird bakery!!!

Trackbacks/Pingbacks

  1. I bagels, non chiamateli panini! - Genitori organizzati - […] sono stata a Londra, nel mio elenco delle cose da assaggiare, c’erano anche i bagels. Appena ho dato il …

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>