La bambina che aveva perso la voce

gen 18, 2013 by

LA BAMBINA CHE AVEVA PERSO LA VOCE
Il mistero della parola e del canto
di Fernanda Calati e Allegra Agliardi
COLLANA CURCI YOUNG
In un teatro gremito di spettatori si rappresenta la storia di una bambina che ha perso la voce e di come magicamente la ritrova grazie a un gruppo di amici molto speciali: le Corde vocali, l’Aria, il Grande Orecchio…
“La bambina che aveva perso” la voce di Fernanda Calati e Allegra Agliardi (Edizioni Curci) è un racconto originale e illustrato per scoprire i meccanismi del canto e della parola, spiegati nel loro funzionamento e, soprattutto, nella loro forte relazione con la sfera emotiva. Perché il modo più o meno fluido con cui i bambini si rapportano alla loro voce condiziona segretamente l’uso che ne faranno da grandi.
Il testo in forma di copione, in cui i personaggi scalpitano impazienti di uscire dal libro per diventare esperienza reale, stimola i giovani lettori a diventare protagonisti della storia. Ci sono anche utili “note di regia” e un pratico glossario che spiega gli elementi chiave, come la cassa di risonanza, il diaframma o la respirazione.
Un percorso originale e avvincente per educare i bambini a un uso consapevole della propria voce e contribuire a sviluppare quell’armonia con il proprio corpo che è presupposto per una crescita equilibrata.

Fernanda Calati alterna l’attività di attrice e cantante. È autrice, inoltre, di libretti d’opera e debutta alla regia nell’aprile 2000 al Teatro Bonci di Cesena, con il musical Una storia, su musica di Alexovits. Nel 2004, in occasione della riapertura della Scala di Milano, per la rassegna “La piazza dell’opera buffa”, cura la regia di: Arlecchinata di Salieri, La Dirindina di D. Scarlatti, La serva padrona e Livietta e Tracollo di Pergolesi. Nel 2006 cura l’allestimento dello spettacolo In contento ed alleria – Viaggio teatral-musicale nell’epistolario mozartiano per il Comune di Milano e nel 2007 mette in scena, al Teatro Apollonio di Varese, L’opera da tre soldi di Brecht. È del 2008 la sua regia di La quiete di Bix a Brescia. Insegna recitazione e canto alla scuola Quellidigrock di Milano e tiene seminari in tutta Italia sulla voce e l’energia del suono.

Allegra Agliardi vive e lavora a Milano. Illustratrice e grafica, dal 2001 pubblica e collabora con diverse case editrici, riviste e quotidiani italiani e stranieri; tiene laboratori di disegno sia per adulti sia per ragazzi, decora interni ed espone le sue immagini sia da sola che in esposizioni collettive. Dal 2008 al 2012 è stata rappresentata dall’agenzia americana Lilla Rogers. Nel 2009 ha vinto il premio come giovane illustratrice dell’anno al Festival dell’Illustrazione di Pavia. Dal 2010 fa parte del gruppo Illustrazioni in corso che si occupa di portare il mondo dell’illustrazione a diretto contatto con la gente.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>