Italia da scoprire

lug 10, 2013 by

Uno dei primi articoli che ho pubblicato sul mio blog è un bellissimo racconto di un viaggio fatto in Australia, un racconto scritto da un papà, il mio, che, come ho già detto nell’articolo, in testa non ha un cervello, ma un atlante geografico!

Certo, è vissuto in un periodo in cui i viaggi si facevano soprattutto con la fantasia ma è riuscito a trasmettere a noi figli l’amore per la conoscenza, la curiosità di volere scoprire sempre nuovi posti e gente diversa da noi, perché solo attraverso il confronto con altre culture noi possiamo crescere e allargare i nostri orizzonti.

Una delle tante cose importanti che mi ha trasmesso è che bisogna viaggiare per gradi.

Mi spiego meglio: quando eravamo piccole, i nostri genitori ci hanno portato in giro per la nostra regione e, via via, a conoscere l’Italia.

Solo più tardi abbiamo iniziato ad andare all’estero. Questo non vuol dire che sia sbagliato decidere di andare in Giappone con i vostri bambini…o di fare un safari fotografico in Africa con il pupo di appena tre anni!

Dico semplicemente che mi è capitato di conoscere persone che erano state in tutto il mondo, ma non conoscevano il parco nazionale che distava pochi chilometri da casa loro!

E allora, visto che io ho bimbi ancora piccoli, ho stilato il mio viaggio ideale lungo lo stivale, segnalando le mete più interessanti, alcune più conosciute, altre meno.

Per ogni regione, mi sono permessa anche di segnalare le mostre e gli eventi in corso, perché è giusto iniziare ad avvicinare i bambini all’arte e alla cultura sin da piccoli.

Naturalmente non segnalo strutture ricettive o ristoranti, sia perché non avendo una conoscenza così ampia di alberghi e trattorie non voglio consigliare nulla che non abbia provato personalmente, sia perché la scelta è una cosa talmente personale che varia da persona a persona.

Iniziamo con queste prime tre regioni:

ABRUZZO
133 chilometri di costa, una natura superba fatta di parchi, riserve naturali, oasi, un patrimonio di monumenti d’arte, cultura, tradizioni.
Questo è l’Abruzzo, definita la regione più verde d’Europa.
Quando si parla di Abruzzo, si pensa subito al Parco nazionale del Gran Sasso , ma qui ci sono altri due parchi da visitare,  il Parco nazionale d’Abruzzo e il Parco della Majella .
Quindi, se amate la montagna e le lunghe passeggiate in mezzo alla natura, sul portale turistico dell’Abruzzo potete trovare quello che fa per voi.

Gli eventi della stagione:

1. Per chi ama la buona musica, dal 15 al 20 luglio a Pescara, si svolgerà il 39° Festival Internazionale del Jazz

2. Teatro per ragazzi organizzato dalla Compagnia Teatrale  “I Guardiani dell’oca”

3. Dal 27 al 31 luglio 2011 si svolgerà a Palena, la 10^ edizione de “Il Villaggio dei bambini”: laboratori rivolti alle tecniche di costruzione di pupazzi e burattini per far avvicinare i bambini al fantastico mondo dell’animazione, e in serata uno spettacolo teatrale aperto a tutti.
Info: Teatro dell’Aventino – Enza Paterra tel. 333 4338507

4. E per finire, un appuntamento culinario: a luglio (le date non sono ancora disponibili ma potete consultare questo sito) a Campovalano di Campli (Te)  la sagra del tartufo, dove potrete assaggiare i deliziosi piatti sapientemente preparati dagli chef.

BASILICATA
La Basilicata è una meta ancora poco frequentata dal turismo tradizionale, anche se è una terra accogliente e ricca di attrattive.
E’ conosciuta soprattutto per le sue spiaggie, Maratea in primo luogo, ma è ricca anche di siti archeologici molto interessanti da visitare con i bambini.
Sul portale turistico della regione potrete trovare tutte le informazioni utili.

I sassi di Matera sono un’altra meta da non perdere: chiese, palazzi, edifici scavati nella roccia e terrazze che fungono da tetti per gli edifici sottostanti.

Per chi ha amato questo scrittore, consiglioIl parco letterario Carlo Levi , realizzato per onorare la sua memoria, ricchissimo di luoghi, oggetti, eventi che ci fanno ripercorrere i passi del suo esilio degli anni ’30.

Gli eventi della stagione:

1. Andy WarholLe fiabe di Christian Anderson
Dal 04/06/2011 al 04/09/2011
La mostra propone un percorso di circa 30 opere scelte dell’artista incentrata sugli ultimi suoi capolavori, riguardanti i famosi omaggi al celebre scrittore e poeta danese Christian Andersen

CALABRIA
La Calabria è la mia terra, la terra nella quale sono nata, la terra dalla quale sono andata via 20 anni fa e dove ritorno sempre volentieri.

Con questa regione, dove si può trovare il mare, la montagna, i laghi, la storia, ho un rapporto conflittuale..di amore e di odio!
Amo il suo mare…
e odio chi, anno dopo anno, lo inquina e lo avvelena.
Amo le sue coste, 800 km. di coste uniche in Italia…
e odio chi le ha deturpate con  ecomostri e abusi edilizi.
Amo le sue montagne, aspre e selvagge…
e odio chi, ogni estate, le distrugge appiccando incendi.
Amo i suoi paesi, ricchi di culture e tradizioni…
e odio chi li lascia nell’incuria e nell’indifferenza.

Insomma…una terra piena di contraddizioni, ma che vale la pena di conoscere.
Non vi consiglierò le zone di mare, Tropea, Capo Vaticano,  o Soverato, che oramai un po’ tutti conoscono, ma degli itinerari più insoliti.

Iniziamo dalla montagna:
Dal Parco Nazionale del Pollino alla costa jonica, da Morano Calabro a Rossano: un viaggio che comincia dalle montagne e termina al mare!
Si inizia incontrando Morano Calabro, un paese che si mostra come un presepe, arroccato attorno al suo Castello Normanno.
Non solo arte ma anche natura, in queste zone, perchè è il luogo ideale per partire con un itinerario di trekking alla scoperta del Parco Nazionale del Pollino.
Ci si sposta poi, verso  Castrovillari, una città divisa in due parti: quella moderna che si distingue dalla Civita, la zona più antica. È nella Civita che si trovano il Castello Aragonese, il quartiere della Giudecca dove si trova la Chiesa di San Giuliano, al cui interno si può ammirare il crocefisso ligneo dell’altare e il dipinto di ispirazione bizantina della Madonna nera.
Dirigendosi verso il mare si arriva a Sibari, sul Mar Jonio, che è , oltre che una famosa località balneare anche una notevole area archeologica.
Il viaggio termina a Rossano, la città della liquirizia.
Qui si trova il prezioso Codex purpureus rossanensis, 188 pergamene finissime, dal rosso purpureo e dalle miniature raffinatissime.

Il Parco della Sila comprendente la Sila Piccola, la Sila Greca e la Sila Grande, con i suoi bacini d’acqua, sia naturali che artificiali: il Lago di Cecita (posto a 1.280 m di quota e un bacino di origine artificiale ricco di trote), il Lago di Ariamacina, il Lago Votturino, il Lago Arvo, il Lago Ampollino.

Per i bambini un’attrazione imperdibile è Orme nel Parco , il primo Parco Avventura in Calabria, un parco acrobatico sospeso tra gli alberi ed immerso in uno splendido bosco di faggi.

Uno dei posti di mare più suggestivi è, a mio avviso,  Scilla con il suo antico borgo , Chianalea, che  viene denominata “la piccola Venezia” per il modo in cui le case sono situate: poggiate completamente sull’acqua.
La sua fama si perde nella notte dei tempi, tra mito e leggenda, cantata dai più grandi poeti epici. A Scilla cantavano le Sirene tentatrici, danzavano le divinità marine figlie di Nereo, dimoravano creature favolose.

Gli eventi della stagione:

1. Roccella Jazz Festival 31ª edizione
2. FRITZ BAUMGARTNER, L’ASTRAZIONE
MACA – Museo Arte Contemporanea Acri
Piazza G. Falcone, 1 – 87041 Acri (Cs)
Periodo: dal 25 giugno al 2 ottobre 2011
3.  Festival Internazionale della Lyra del Mediterraneo.
Spilinga(Vibo Valentia)
Piazza S. Michele
Periodo 11 agosto 2011

A presto..con altre tre regioni per voi!

Ti può interessare anche

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>